Acqua pubblica a Vercelli

29 settembre 2017 13.39.50 GMT+02.00



Durante il consiglio comunale di Vercelli, che si è svolto giovedì 28 Settembre, la città ha ottenuto un’importantissima vittoria. Infatti, i consiglieri comunali Giorgio Comella, Mariapia Massa, Donatella Capra, Manuela Naso, Paolo Campominosi e Giordano Tosi hanno presentato una proposta di delibera per la riacquisizione delle reti idriche e l’affidamento della gestione del servizio ad un ente pubblico e non più ad un soggetto privato. In questo modo, l’acqua potrà tornare ad essere un bene pubblico e non uno strumento di profitto per i privati, come già sancito dall’esito del referendum del 2011.

Noi di Sinistra Italiana abbiamo da sempre sostenuto che una sinistra unita e compatta è in grado di ottenere importanti risultati per il bene dei cittadini. Il caso in questione ne è un esempio lampante. Con il lavoro di squadra dei consiglieri della sinistra vercellese, siamo riusciti a fare un passo importante per la realizzazione di un diritto fondamentale, come quello dell’acqua pubblica. Ricordo che nel 2011 il PD ha sostenuto i referendum sull’acqua, il nucleare e il legittimo impedimento. “A pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca”, recita un detto popolare. Vedere adesso i consiglieri del PD votare contro tale delibera, in effetti, fa pensare molto male.



Commenti

Nessun risultato trovato