Meglio la gastrite che l'ignoranza

28 giugno 2017 21.35.47 GMT+02.00



Lunedì 26 Giugno si è svolto il consiglio comunale di insediamento della nuova amministrazione di Borgosesia. Noi tutti speravamo che si sarebbe svolto in modo serio ed educato. Abbiamo anche visto di buon occhio il fatto che la seduta sia stata convocata presso il teatro della Pro Loco in orario serale, in modo da renderla fruibile ad un maggior numero di persone. Purtroppo, le nostre aspettative sono state disattese dalla realtà dei fatti. Infatti, il nuovo sindaco non ha perso tempo nel fare la sua prima pagliacciata, proprio durante il suo primo consiglio comunale in veste da Primo Cittadino. Con un misto di arroganza e cattivo gusto, ha portato un barattolo di Citrosodina, dicendo di volerlo regalare ad Alice Freschi per digerire la sconfitta.

Con questa uscita ha trasformato il consiglio comunale in una fiera del ridicolo. Se fossi in mala fede, mi verrebbe da dire che sta cercando di scimmiottare il suo compianto predecessore e, ad essere sinceri, se già queste sceneggiate erano ridicole fatte dall’originale, non potranno che essere peggiori fatte da una sua brutta copia. Io però voglio dare fiducia al neosindaco e mi auguro che faccia delle doverose scuse ufficiali e che episodi simili non capitino più.

C’è anche un’altra questione che ci ha lasciato molto perplessi: la mancanza di un assessorato alla cultura. In una città come Borgosesia la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale potrebbe favorire notevolmente la creazione di nuovi posti di lavoro e l’afflusso del turismo, il che darebbe una notevole spinta al commercio. Si vede che però queste cose non sono considerate una priorità per la nuova amministrazione.



Commenti

Nessun risultato trovato